Quando si pensa alla professione del pilota di linea, spesso si immagina che questo ruolo sia un’attività che implica solo responsabilità individuali e si tralascia il fatto che il pilota in cabina non è mai solo e non prende mai decisioni senza consultarsi anche con altre figure professionali e con il suo staff di bordo.

Ecco perché tra le skills fondamentali del pilota ci sono anche la leadership e la capacità di fare team working. Ma cosa occorre sapere per avere le caratteristiche per essere un buon pilota sia come leader che come componente di una squadra? Scopriamolo insieme!

Un pilota deve dimostrare una leadership efficace

Durante l’addestramento al volo gli studenti sono incoraggiati ad assumersi la responsabilità delle proprie decisioni e azioni, sia in situazioni legate al volo che in altre aree. 

Si incomincia sempre da considerazioni generiche come “Perché mi sono presentato tardi? È stato a causa del traffico o perché non sono riuscito ad organizzare il mio tempo? Perché non ho superato il test? È stato a causa dell’insegnante o semplicemente non mi sono preparato abbastanza?”

La differenza di prospettiva è enorme: non appena incolpi le circostanze dei tuoi errori o fallimenti, stai dicendo che non hai controllo del problema. Assumendoti la responsabilità, stai dicendo a te stesso “Ho il controllo di questa situazione“. Questo, ovviamente, è un fattore di sicurezza molto importante nel mondo dell’aviazione. 

Ci sono diversi tipi di leader: nell’aviazione, un pilota deve aspirare a diventare un leader propenso alla collaborazione e al lavoro di squadra, rispetto all’idea di una leadership dispotica o, al contrario, al laissez-faire e dunque alla totale assenza di leadership.

Il leader a cui deve aspirare un allievo pilota è un maestro nel bilanciare l’autorità e nell’essere umile: coinvolge gli altri, ma è chiaro nel trasmettere le sue decisioni e intenzioni. Critica, ma ammette anche i propri errori assumendosi le sue responsabilità. 

Team working: far volare un aereo di linea è un lavoro di squadra.

In aviazione l’attitudine a porre domande è della massima importanza. Questo vale per ogni singolo membro di un equipaggio a bordo di un aeromobile. 

All’equipaggio di bordo viene assegnata una missione comune ben precisa: trasportare i passeggeri e il carico in sicurezza dal punto A al punto B. Il compito è semplice, ciò che lo rende complesso è il fatto che gli esseri umani non sono robot orientati alla missione e quindi i fattori di stress possono cambiare completamente le dinamiche di decisione e di risposta al problema. 

Nella nostra Academy sviluppiamo questa skill sia a terra che in volo: a terra vengono assegnati agli studenti dei lavori di gruppo, già da quando incominciano il loro percorso per la licenza PPL. 

In volo il lavoro di squadra è tutto

Ricordi il mirabolante atterraggio sul fiume Hudson del volo US Airways 1549 nel 2009 condotto dal capitano Chesley Sullenberger detto Sully?

È un buon esempio di eccellente leadership e lavoro di squadra, che ha portato a un risultato positivo in una situazione difficile. Sullenberger ha mostrato una leadership e un processo decisionale eccezionali, ma ciò che molti tendono a dimenticare è che il fantastico lavoro di squadra dell’equipaggio di bordo: senza la capacità del Primo Ufficiale Jeffrey Skiles di concentrarsi sul compito, il risultato potrebbe essere diverso. 

Basta questo esempio per spiegare come leadership e lavoro di squadra siano due facce della stessa medaglia e per un pilota sono entrambe indispensabili.

Per saperne di più su come sviluppiamo queste skills vieni al prossimo Open Day.