Non tutte le scuole di volo hanno la fortuna di risiedere proprio su un’aviosuperficie: Professional Aviation dall’inizio della sua attività è stata ospitata da Flyozzano, l’avioparco che è nato nel 2017 ma che esisteva già col nome di Aviosuperficie Aerdelta prima e poi “Guglielmo Zamboni”.

 

L’aviosuperficie è stata fondata dall’imprenditore appassionato di volo Gianni Zamboni. Nel 1999 la gestione dell’aviosuperficie fu acquisita da Alfredo Cortellini, ma Aerdelta fu poi rivenduta nuovamente a Gianni Zamboni, che a seguito della prematura scomparsa del figlio Guglielmo nel 2005, intitolò a lui l’aviosuperficie.

La nuova gestione Flyozzano

Nell’ultimo anno l’aviosuperficie è stata acquisita da Stefano Landi, grande appassionato di aviazione, che l’ha ribattezzata Flyozzano.

 

La gestione che ne è conseguita fino ai nostri giorni ha continuato ad impegnarsi affinché Flyozzano diventasse non solo una pista per velivoli, ma una vera e propria meta di relax e divertimento per gli amanti del volo e non solo.

 

Sull’aviosuperficie, oltre all’edificio che ospita la nostra Academy, potete trovare:

  • un servizio di rifornimento self-service certificato;
  • l’hangaraggio per chi desidera sostare per un tempo più lungo per motivi di lavoro o per turismo; quattro hangars collegati, da 600 m² ciascuno e un hangar separato da 450 m² sono a disposizione dei piloti di passaggio sull’aviosuperficie, che possono trovare anche comodi armadietti con serratura per conservare i propri oggetti personali;
  • un’elisuperficie certificata ENAC per il volo notturno;
  • il ristorante “Soffi di vento” che vi porterà alla scoperta della cucina tradizionale emiliana;
  • e infine, ultima per realizzazione ma non per importanza, la prima e unica piscina in Europa realizzata a forma di aeroplano!

Flyozzano ospita inoltre periodicamente eventi come manifestazioni e raduni di appassionati del volo, animazione in piscina, spettacoli in volo e molto altro.

 

La fortuna per i nostri studenti è quella di potersi formare letteralmente “a bordo pista”: studiare ascoltando il rombo di un aeroplano atterrare e respirare da subito la magia che accompagna chi ogni giorno dedica la propria vita alla passione del volo, sono tra le prime fonti di ispirazioni per i nostri futuri piloti. Ed è anche questo che ci rende non soltanto una scuola, ma soprattutto una grande famiglia.