Alcune delle innovazioni più importanti nella storia dell’aviazione con equipaggio si sono verificate nel retro di un negozio di biciclette dell’Ohio, quando i fratelli Wright nel 1896 iniziarono a sperimentare le loro idee sul controllo del volo.

Sebbene lo sviluppo dell’aviazione sia andata un po’ più in là di quei primi esperimenti, il principio di base rimane lo stesso: la ricerca è il cuore pulsante dell’industria aerospaziale. Proviamo a vedere insieme le innovazioni che cambieranno il futuro dell’aviazione civile.

Realtà aumentata e realtà virtuale

Settori come la vendita al dettaglio e l’assistenza sanitaria stanno implementando da tempo la rivoluzione AR / VR. Ora anche l’industria delle compagnie aeree sta seguendo l’esempio. In questo momento ci si può aspettare che una delle applicazioni più ovvie di queste tecnologie sia nello spazio aeroportuale, dove l’esperienza del visitatore può essere migliorata con l’aiuto di app basate sulla realtà aumentata o su quella virtuale.

L’aeroporto di Gatwick utilizza ad esempio l’AR per aiutare i passeggeri a muoversi nel complesso dell’aeroporto e il London City Airport ha installato questa tecnologia per aiutare i controllori del traffico aereo.

Tecnologia biometrica

Nonostante il riconoscimento biometrico sia da anni ampiamente utilizzato nel settore della tecnologia mobile, il suo pieno potenziale nel mondo dell’aviazione deve essere ancora esplorato.

Nel 2019 British Airways ha adottato questa tecnologia negli aeroporti internazionali di Heathrow, Orlando, Los Angeles e John F.Kennedy; nello stesso anno il governo indiano ha implementato nell’aeroporto internazionale di Kempegowda a Bengaluru il programma biometrico.

Etihad Airways ha collaborato nel novembre 2020 con l’azienda SITA per testare l’uso della biometria facciale per il check-in degli equipaggi presso il Crew Briefing Center dell’Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi.

L’emergenza Covid-19 sta dando una grande spinta alla tecnologia biometrica, per rendere gli accessi agli aeroporti e ai gate più veloci e sicuri: la protezione dei dati personali è al momento l’ostacolo maggiore per questa innovazione, ma il settore è ormai proteso verso questa direzione.

Materiali intelligenti

Anche se ogni anno vengono immessi sul mercato nuovi modelli di aeroplani, l’innovazione viene applicata anche ai modelli classici. Una delle tendenze più interessanti nel settore dell’aviazione è il passaggio a materiali intelligenti, che hanno il potenziale per ridurre il consumo di carburante, aumentare l’aerodinamica e rendere gli aerei più veloci grazie ad un rivestimento più resistente e più leggero.

Uno dei materiali più promettenti sembra essere il grafene: con uno spessore di un solo atomo, questo moderno supermetallo è stato scoperto dall’Università di Manchester nel 2004, quando due scienziati lo isolarono staccando strati di grafite. Questa scoperta, vincitrice persino di un premio Nobel, ha oggi applicazioni ovunque, anche negli aerei, dove può essere utilizzata per sostituire i materiali più pesanti attualmente usati nella realizzazione di alcuni componenti, permettendo di risparmiare peso, carburante e ridurre le emissioni. Si tratta al momento di un’innovazione in fase di sperimentazione, ma è sicuramente una delle scoperte più eccitanti per il settore.

Sostenibilità

Il 2021 sarà un anno cruciale per l’industria dell’aviazione per intensificare i suoi sforzi in merito alla sostenibilità. Secondo IATA, il trasporto aereo contribuisce per il 2% alle emissioni mondiali di carbonio e questo dato potrebbe raddoppiare se il traffico aereo dovesse raggiungere la crescita prevista di 8,2 miliardi di passeggeri entro il 2037.

In linea con gli obiettivi climatici globali, ICAO, l’organizzazione internazionale dell’aviazione civile dell’ONU, ha lanciato nel 2018 un programma di compensazione e riduzione del carbonio per l’aviazione internazionale (Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation – CORSIA).

Per conformarsi, tutte le compagnie aeree sono ora tenute a monitorare e segnalare le proprie emissioni di carbonio. Aziende come British Airways, si sono impegnate a lavorare per diventare a impatto zero entro il 2050 e JetBlue ha persino aderito ad un programma di Amazon per raggiungere la carbon neutrality entro il 2040.

Un altro argomento importante riguarda l’uso della plastica: in volo, le compagnie aeree fanno molto affidamento sulla plastica monouso con oltre 5 milioni di tonnellate di rifiuti in cabina creati in un solo anno, secondo IATA. Il settore dell’aviazione sta vagliando le tecnologie più moderne per trovare alternative ecologiche a tutte le plastiche monouso, che siano anche leggere per evitare un consumo di carburante più elevato. Al momento non ci sono significativi cambiamenti, ma è evidente che l’industria sta intensificando i suoi sforzi ambientali.

In futuro, le esperienze di viaggio in aereo diventeranno sempre più personalizzate e tecnologicamente avanzate, creando esperienze di volo memorabili per i clienti: quali di queste innovazioni cambieranno il volto del settore?

Big data e intelligenza artificiale

L’emergenza Covid-19 sta dando una grande spinta all’intelligenza artificiale, per rendere gli accessi agli aeroporti e ai gate più veloci e sicuri: la protezione dei dati personali è al momento l’ostacolo maggiore per questa innovazione, ma il settore è ormai proteso verso questa direzione.

Non solo questa tecnologia è da tempo utilizzata per raccogliere i dati per l’ottimizzazione della rotta e delle previsioni del tempo, ma è oggi anche utilizzata per creare assistenti virtuali per gestire le richieste dei clienti, per fare operazioni logistiche avanzate, per il sistema di riconoscimento facciale che sostituisce la biometria durante i controlli di sicurezza e per i chioschi self-service che sono ormai dotati anche di tecnologia contactless.

In futuro, le esperienze di viaggio in aereo diventeranno sempre più personalizzate e tecnologicamente avanzate, creando esperienze di volo memorabili per i clienti: quali di queste innovazioni cambieranno il volto del settore?