L’estate è ormai un ricordo lontano, ma non per questo lo è anche la voglia di viaggiare: l’autunno è anzi uno dei momenti migliori per molti viaggiatori per scegliere di prendere un aereo e volare verso destinazioni nuove. Spesso si opta per luoghi dove il clima è ancora favorevole e caldo, ma anche il fascino di una città nuova da esplorare seduce chi non ha potuto godere delle ferie estive.

Durante la stagione autunnale l’aereo è il mezzo favorito per le vacanze: permette di raggiungere la meta in poco tempo e godere a pieno dei giorni di trasferta. In compagnia del proprio partner, di amici, in famiglia o da soli, gli aeroporti anche nella stagione fredda si riempiono di turisti, ma intorno regna la tranquillità e il relax: mentre in estate si percepisce la frenesia dei viaggiatori che si accalcano agli imbarchi, a partire da settembre le partenze vengono vissute con uno stato emotivo più calmo e rilassato, pronti a vivere una nuova esperienza mentre il resto del mondo è già al lavoro.

Viaggiare in aereo in autunno

Prendere un aereo in autunno comporta anche delle abitudini diverse per i viaggiatori: non c’è la necessità di recarsi in aeroporto con grandissimo anticipo perché i tempi d’imbarco si riducono nettamente rispetto ai mesi di luglio e agosto. Chi ha scelto come località di vacanza un luogo con clima caldo, partirà con un abbigliamento ben diverso da quello più leggero che porterà in valigia.

Il numero di famiglie è minore in questa stagione, perché settembre è periodo di scuola: ecco perché questa stagione è preferita da chi è in coppia o da chi sceglie di viaggiare da solo.

In aeroporto come in aereo, il clima più rilassato permette anche di trascorrere i tempi di attesa con un libro o un po’ di musica in cuffia: chi, nonostante le vacanze, preferisce approfittare di ogni momento per rispondere a un’email o terminare un lavoro lasciato a metà, ha occasione di far passare le ore in modo produttivo.

Questo però è il punto di vista del viaggiatore, ma per un pilota cosa vuol dire veramente volare in autunno?

L’autunno visto dall’aereo

Per un pilota l’autunno è una stagione magica da osservare dall’alto: in quelle terre dove questa stagione vede l’arrivo dei primi freddi, dall’alto tutto si trasforma in una vallata di colori caldi come il rosso, il verde scuro, il marrone. La natura ha una nuova veste che è ancora più magica e affascinante se osservata dalla cabina di pilotaggio di un aereo.

Conoscete quella sensazione che un pilota vive quando prima di salire sull’aereo sente l’aria frizzante di settembre e davanti a sé, nonostante i primi freddi, vede ancora il cielo limpido?

E l’emozione di atterrare in una meta lontana e farsi accogliere dall’aria calda di un luogo esotico?

Anche di notte il cielo autunnale è uno spettacolo unico: la galassia di Andromeda, il quadrato di Pegaso e la costellazione di Perseo illuminano la volta celeste che ci appare davvero diversa rispetto al periodo estivo, a partire dall’Equinozio in poi.

Un pilota d’aereo ha l’opportunità esclusiva di godere della bellezza di ogni stagione da un punto di vista differente rispetto anche al passeggero in viaggio: possiamo dire che il nostro lavoro ha molti benefit che in tanti ci invidiano, non è vero?