Uno delle domande più frequenti quando si parla di paracadute balistico (CAPS), soprattutto nei forum aeronautici, riguarda la quota. In caso di avaria motore in decollo quando posso o dovrei aprire il paracadute?

Durante il Transition Training viene insegnato al pilota di effettuare una call-out “CAPS disponibile” (CAPS available per chi preferisce l’inglese) appena il paracadute diventa un’opzione utilizzabile.

Quanto basso?

I dati statistici ci dicono che un’attivazione avvenuta a più di 1000 piedi dal suolo è perfettamente tollerabile dal corpo umano. Quando questo è successo nessuno è mai morto. Al di sotto di tale quota le variabili in gioco possono diventare critiche e rendere l’esito della manovra più problematico.

Quanto alto?

I dati dimostrano che poche centinaia di piedi al di sopra del terreno possono non essere sufficienti a sopravvivere. L’attivazione avvenuta in prossimità del terreno ha causato fino ad ora 15 vittime in 8 incidenti.

Conosci il tuo aeroplano: il G5 è diverso!

Il pilota deve conoscere il suo aeroplano. La perdita di quota di 400 piedi e 920 piedi, rispettivamente in volo livellato e dopo un giro di vite, che molti conoscono si riferisce alla certificazione dei modelli fino al G3.

CAPS paracadute balisticoL’SR22 G5, a causa del suo peso massimo al decollo maggiore (3.600 libre) necessita di un paracadute più grande, più pesante e un razzo più potente. Per questo motivo i “numeri” relativi alla quota necessaria per aprire il CAPS su un G5 sono aumentati.

Anche la sequenza di apertura in un G5 è diversa. Il motivo principale è che i “line cutters” (le cesoie attivate dalla carica secondaria e che rilasciano la cinghia posteriore) hanno una temporizzazione più lunga. Molti hanno notato per quanto tempo il velivolo è rimasto con un assetto a muso basso nel video della Guardia Costiera americana durante l’attivazione avvenuta alle Hawaii.

Di conseguenza pianifica l’attivazione per tempo e agisci velocemente

Momento picchiante, assetto a muso basso sono caratteristiche volute in fase di progetto

Gli ingegneri hanno progettato il CAPS in modo da indurre un momento picchiante ed il mantenimento di un assetto a muso basso nei primi istanti dopo l’attivazione. La resistenza aggiuntiva che tale assetto comporta aiuta a decelerare la massa del velivolo.

I line cutters ritardano il rilascio della cinghia posteriore al fine di mantenere l’aereo in questo assetto ad alta resistenza. Ad ogni modo dopo l’attivazione dei line cutters (qualche secondo) il velivolo assumerà un assetto livellato che gli permetterà di toccare il suolo in maniera sicura.

Tutto questo per dire che il pilota deve dare il tempo al sistema di funzionare.

Cosa ci dicono i dati

I test di certificazione ci danno informazioni su un limitato numero di configurazioni. Le indagini sulle aperture avvenute realmente fino ad ora ci forniscono dati in un maggior numero di scenari. La maggior parte delle aperture sono avvenute abbastanza alte da dare il tempo al paracadute di aprirsi completamente. Tuttavia il trend degli ultimi anni mostra che le aperture stanno avvenendo a quote più basse, circa 500 piedi o al di sotto.

Secondo l’NTSB l’apertura più bassa avvenuta negli Stati Uniti è stata a 386 piedi AGL in volo livellato durante un’avaria motore, entrambi gli occupanti hanno sofferto ferite lievi e hanno testimoniato che il velivolo ha impattato il terreno nell’esatto momento in cui la cinghia posteriore è stata rilasciata dai line cutters.

In Italia abbiamo avuto un’apertura a circa 325 piedi AGL di notte durante una piantata motore per mancanza di benzina. L’aereo ha impattato il terreno prima ancora che i line cutter si attivassero. Tutti e 4 gli occupanti se la sono cavata illesi.

Siamo contenti che il CAPS abbia funzionato e non ci siano state vittime, ma in mancanza di sufficiente tempo o quota affinché il paracadute possa aprirsi e decelerare il velivolo, è molto probabile che si colpirà il terreno con più energia di quella tollerabile dalla cellula.

Bottom line: APRI SUBITO!

Bassa quota e assetto a muso basso

La maggior parte delle attivazioni che hanno visto un esito fatale sono state quelle avvenute ad assetto fortemente picchiato e a bassa quota (dai 50 ai 200 piedi AGL).

Considerando che il razzo deve estrarre il paracadute (un secondo e mezzo circa), le cinghie devono estendersi completamente, il paracadute ha bisogno di diversi secondi per gonfiarsi simmetricamente e i line cutters si attivano dai 4 ai 7 secondi nei G3 e dai 6 agli 8 secondi nei G5, ci vuole tempo prima di ritrovarsi con un assetto livellato.

Se hai un assetto fortemente picchiato, stai perdendo quota velocemente, per questo motivo, se non sei in controllo del velivolo, attiva il CAPS prima di ritrovarti troppo basso. Se invece hai il controllo dell’aereo, arresta la discesa e apri.

Bassa quota e assetto livellato

Se l’assetto è livellato le cose funzionano meglio. Ovviamente l’attivazione è meglio che avvenga prima di “stallare” perché uno stallo potrebbe far perdere quella quota di cui si ha bisogno.

Curiosamente, i dati ci dicono che più è alta la velocità di volo, minore è il tempo necessario per l’apertura completa del paracadute. L’apertura alle Hawaii è avvenuta a 80 nodi e ha richiesto un tempo più lungo di casi in cui l’attivazione è avvenuta a 190 nodi.

Per questo motivo la procedura di apertura del CAPS è cambiata:

  1. Rimuovere la cover
  2. Tirare la maniglia

A patto di essere al di sotto della Vpd (la velocità di apertura massima dimostrata) non è più richiesto di rallentare l’aereo prima dell’attivazione: Se hai bisogno del CAPS tira la maniglia!

Bassa quota e assetto di salita post decollo

Fortunatamente non abbiamo molti casi di questo tipo.  Questo è lo scenario nel quale si fa la call out “CAPS disponibile”.

In questo caso l’assetto di salita favorisce una minor perdita di quota ma dobbiamo agire anche in questo caso velocemente.

E’ vitale consolidare l’abitudine di fare il briefing di decollo ogni volta che ci si appresta ad allinearsi in pista e una volta in salita sviluppare la memoria muscolare raggiungendo con la mano la leva del paracadute nel momento della call out.

Decelerazione indotta dal CAPS

Tenete sempre allacciate le cinture di sicurezza quando siete in volo. I dati dimostrano che durante le aperture a velocità elevate, la decelerazione può arrivare fino a 4G. Buona per rallentare efficacemente il velivolo ma pessima se non siete ancorati al sedile.

Durante un’apertura avvenuta senza vittime qualche anno fa, il pilota ha aperto il CAPS a 187 nodi. Il data log di bordo ha mostrato come la velocità sia scesa a zero in appena 13 secondi. la velocità variometrica invece, al momento dell’apertura, era di 4800 piedi al minuto a scendere e la perdita di quota prima che il CAPS fosse completamente aperto è stata di appena 400 piedi.

Questo fa capire le decelerazioni in gioco alle alte velocità.

Briefing di decollo

Cirrus Aircraft e i suoi training center incoraggiano i piloti ad effettuare il briefing sulla strategia di impiego del CAPS prima di ogni decollo.

Una volta al punto attesa, ripassati l’orientamento della pista, la direzione di provenienza del vento, ripeti la velocità prima della quale interromperai il decollo in caso di anomalie, la quota oltre la quale il CAPS diventerà un’opzione praticabile e ripeti che utilizzerai il CAPS in caso di avaria motore.

Una volta in salita effettua la call out e raggiungi la leva del paracadute ogni volta che superi la quota prestabilita.

Fallo ogni volta, dillo ad alta voce… rendi il tutto reale.

Pull Early, Pull often!

Se vuoi ulteriori informazioni sul CAPS o vuoi iniziare il tuo Transition Training Cirrus contattaci.